Benvenuto sul sito del Tribunale di Milano

Tribunale di Milano - Ministero della Giustizia

Tribunale di Milano
Ti trovi in:

Eredità giacente

COS'È

Se l'eredità non è stata accettata da alcuno e non vi sia nessuno nel possesso dei beni ereditari, per evitare che il patrimonio resti privo di tutela giuridica, è prevista la nomina di un curatore dell'eredità stessa che opera con funzioni di amministratore sotto la vigilanza del Giudice della successione.
Il curatore ha il compito di salvaguardare gli interessi dell'eredità, occupandosi di: farne l'inventario, rispondere ad eventuali istanze proposte contro di essa, amministrarla o devolverla allo Stato se essa non viene accettata.
Per gli atti che vanno oltre l'ordinaria amministrazione, il curatore deve chiedere l'autorizzazione del Giudice. Infatti, tutti i compiti del curatore sono vigilati dal Giudice, il quale puo in qualsiasi momento chiederne conto al curatore e, se opportuno, revocarne la nomina.
Il curatore cessa dalla sua carica se interviene accettazione da parte di un erede (art. 532 c.c.) o, in assenza di eredi, nel momento della devoluzione allo Stato a 10 anni dalla morte (art. 586 c.c.).

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Artt. 528 e ss. c.c.

CHI PUO'RICHIEDERLO

L'istanza per la dichiarazione di giacenza e la nomina del curatore può essere proposta da chi vi ha interesse.

CHI PUO' FARLO

Può essere effettuata dagli eredi e, nel caso di minori, interdetti, inabilitati e persone giuridiche, da chi li rappresenta.

DOVE SI RICHIEDE

Tribunale di Milano - via Freguglia, 1 - 20122 Milano
Cancelleria Volontaria Giurisdizione, VI piano, stanza n. 21
Orario: da lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 (attenzione: il distributore automatico rilascia il biglietto che dà il diritto all'accesso fino alle 12:45).

COME SI RICHIEDE e DOCUMENTI NECESSARI

Per chiedere l'apertura della procedura di eredita giacente occorrono:
- ricorso al Giudice della successione e relativa nota di iscrizione;
- certificato di morte;
- certificato storico anagrafico del defunto e della sua famiglia di origine attestanti l'inesistenza di chiamati all'eredità entro il 6° grado.
 

COSTI

- Contributo unificato di € 98,00;
- diritti di cancelleria di € 27,00.
Entrambi i pagamenti sono da effettuare telematicamente con sistema pagoPA. 
Si può utilizzare questo link:
https://servizipst.giustizia.it/PST/it/pagopa_nuovarich.wp
Si ricorda di scrivere come causale il motivo per cui si propone l'istanza.

POSSIBILITÀ DI IMPUGNAZIONE

Sì.

ASSISTENZA DI UN DIFENSORE

L'assistenza di un difensore è facoltativa.

Allegati
Torna a inizio pagina Collapse