Benvenuto sul sito del Tribunale di Milano

Tribunale di Milano - Ministero della Giustizia

Tribunale di Milano
Ti trovi in:

Ricorso contro il rifiuto delle pubblicazioni matrimoniali

COS'È

La celebrazione del matrimonio deve essere preceduta dalla pubblicazione, che è richiesta dagli sposi (o da persona da questi incaricata) all'ufficiale dello stato civile del Comune dove uno degli sposi ha la residenza. La pubblicazione è disposta per almeno otto giorni, a cura dell'ufficiale dello stato civile, nei Comuni di residenza degli sposi.Se il matrimonio non e' celebrato nei 180 giorni successivi, la pubblicazione perde efficacia e si considera come non avvenuta.
L'ufficiale dello stato civile che non crede di poter procedere alla pubblicazione rilascia un certificato, contenente i motivi del rifiuto, contro cui è possibile presentare ricorso al tribunale, che provvede in camera di consiglio, sentito il Pubblico Ministero.
In caso di impedimento al matrimonio per vincolo di parentela e/o affinità entro un certo grado, adozione tra gli sposi, il Tribunale, su ricorso degli interessati, con decreto emesso in camera di consiglio e sentito il Pubblico Ministero, può autorizzare il matrimonio.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Art. 87 comma 4° c.c.

CHI PUO'RICHIEDERLO

I cittadini che si sono visti rifiutare la richiesta di pubblicazione del matrimonio per vincolo di parentela, affinità entro un certo grado, adozione tra gli sposi.

DOVE SI RICHIEDE

Tribunale di Milano - via Freguglia, 1 - 20122 Milano
Cancelleria Volontaria Giurisdizione, VI piano, stanza n. 6.21.
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 (attenzione: il distributore automatico rilascia il biglietto che dà il diritto all'accesso fino alle 12:45).

COME SI RICHIEDE e DOCUMENTI NECESSARI

Per la richiesta di dispensa al matrimonio per vincoli di parentela occorre la nota di iscrizione a ruolo.

COSTI

- contributo unificato di € 98,00;
- diritti di cancelleria di € 27,00.
Entrambi i pagamenti sono da effettuare telematicamente con sistema pagoPA.
Si può utilizzare questo link:
https://servizipst.giustizia.it/PST/it/pagopa_nuovarich.wp
Si ricorda di scrivere come causale il motivo per cui si propone l'istanza.

TEMPI

Da 15 giorni a 1 mese.

POSSIBILITÀ DI IMPUGNAZIONE

Si'.

NOTA BENE

Nel caso di stranieri regolarmente residenti in Italia l'attestazione dell'assenza di impedimenti deve essere rilasciata dall'autorità competente dello Stato di provenienza.
Se il cittadino straniero (anche non fornito di regolare permesso di soggiorno, v. Corte Cost. sent. n. 245 del 20.07.2011) non è nella possibilità di produrre il nulla osta dell'autorità competente dello Stato di appartenenza, contro il rifiuto dell'ufficiale dello Stato Civile alle pubblicazioni può proporre ricorso al Tribunale che provvede in camera di consiglio, sentito il Pubblico Ministero.

Necessita' di nominare un Difensore

L'assistenza di un difensore è facoltativa.

Allegati
Torna a inizio pagina Collapse