Benvenuto sul sito del Tribunale di Milano

Tribunale di Milano - Ministero della Giustizia

Tribunale di Milano
Ti trovi in:

Rinuncia all'eredità

COS'È

Un erede può decidere di non accettare l'eredità destinatagli, manifestandolo espressamente. La rinuncia all'eredità deve farsi con dichiarazione, resa al notaio o al cancelliere del Tribunale competente (cioè il Tribunale dell'ultimo domicilio del defunto), entro tre mesi dalla morte se si è nel possesso dei beni o entro dieci anni se non si è nel possesso dei beni e non ha effetto se non è osservata la forma prescritta.
La rinuncia presuppone la morte della persona della cui eredità si tratta, cioe l'apertura della successione. Viene effettuata generalmente quando l'eredità è gravata da debiti per non dovervi rispondere e in tal caso dovrà essere effettuata anche da tutti i discendenti del rinunciante. Può essere fatta anche per agevolare altri coeredi con un unico passaggio di proprietà qualora l'eredità sia attiva. La rinuncia non può essere parziale, né condizionata, né a termine.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Artt. 519 e ss. c.c.

CHI PUO'RICHIEDERLO

Può essere effettuata dagli eredi e, nel caso di minori, interdetti, inabilitati e persone giuridiche, chi li rappresenta.
Al rinunciante subentrano i discendenti in rappresentazione art .467 c.c.

DOVE SI RICHIEDE

previa prenotazione da effettuare al seguente link: AGENDA *

ATTENZIONE se si è nel possesso dei beni la rinuncia all'eredità DEVE essere fatta entro TRE MESI dal decesso. In tal caso, solo se non fosse possibile prenotare entro i suddetti termini, scrivere una mail a:"urp.tribunale.milano@giustizia.it"

COME SI RICHIEDE e DOCUMENTI NECESSARI

I rinuncianti si devono presentare personalmente, previa prenotazione da effettuare al seguente link: AGENDA

* In caso di mancata visualizzazione si consiglia di provare ad utilizzare un browser diverso (Firefox, Chrome, Safari, Edge, Opera...)

Nel caso di minorenni si devono presentare entrambi i genitori in loro rappresentanza, previo provvedimento di autorizzazione del Giudice Tutelare in copia autentica.

Per la redazione dell'atto occorrono:

- certificato di morte in carta libera (o autocertificazione);
- 1 marca da bollo da € 16,00;
- documento valido di riconoscimento;
- codice fiscale del defunto e del rinunciante (anche se minore/interdetto/inabilitato o sottoposto ad amministrazione di sostegno);
- copia conforme del testamento (qualora esista);
- versamento per la registrazione di € 200,00 da effettuarsi solo dopo la redazione dell'atto.

Se per minore/interdetto/inabilitato o sottoposto ad amministrazione di sostegno è necessaria una copia conforme dell'autorizzazione del Giudice Tutelare.

COSTI

- 1 marca da bollo da € 16,00
- versamento per la registrazione di € 200,00

Per ogni copia conforme all’originale da richiedere solo dopo la registrazione all’Agenzia delle Entrate
- 1 marca da bollo da € 16
- Pagamento telematico da €11,80 per copia NON urgente con rilascio dopo tre giorni dalla richiesta o da € 35,40 per copia urgente, con rilascio immediato

N.B.: LEGGI COME EFFETTUARE IL PAGAMENTO TELEMATICO

TEMPI

L'atto viene formalizzato in giornata, la copia conforme può essere ritirata dopo circa 20 giorni.

Torna a inizio pagina Collapse